THE MICE WEBAPP

Intervista a Jacopo Sertoli, CEO di Select Holding e fondatore di Welcome Chinese

Published on: 26 ottobre 2016
Certificazione rinnovata anche a Trenitalia e ADR in occasione di TTG 2016
Crescono rapidamente ed aumentano la spesa. I turisti cinesi (120 milioni nel 2015) spendono ogni anno oltre confine oltre i 200 miliardi di dollari e le destinazioni europee hanno rafforzato la loro posizione, raggiungendo 10,1 milioni di visitatori nel 2015 (il 13% di tutti i viaggi in uscita dalla Cina). Solo in Italia ogni anno giungono un milione e settecentomila cinesi e 4 città italiane sono quelle che attireranno nei prossimi anni più turisti cinesi. Venezia  al 2023  crescerà di  358.000 turisti, Milano di 350.000, Roma di 346.000, Firenze di 339.000. Una grande opportunità per i Paesi Europei ed italiani e per le loro aziende che devono attrezzarsi sempre di più e sempre meglio per promuovere un’offerta turistica e culturale mirata alla migliore accoglienza ed esperienza di viaggio per il turista cinese.

In occasione del TTG 2016, abbiamo incontrato Jacopo Sertoli, CEO di Select Holding. Nel 2013 lancia Welcome Chinese che certifica gli standard di accoglienza delle strutture estere per i turisti cinesi.

Risultati immagini per welcome chinese

Buongiorno, e grazie del tempo dedicatoci.
Puoi raccontarci cos'è Welcome Chinese e quali sono i suoi obbiettivi principali?

Welcome Chinese è una certificazione di sistema che attesta il livello di servizi offerti per la clientela cinese da parte di operatori del servizio turistico stranieri. Emessa dalla Chinese Tourism Academy, di cui siamo gli esclusivisti mondiali, è l’ente che direttamente, per conto del ministero del turismo cinese si dedica alla statistica del turismo outbound cinese. 

Welcome Chinese, in altre parole, risponde alla domanda “che cosa si aspettano i clienti cinesi?”.  Da dove nasce l’esigenza di certificare le strutture ricettive più sensibili alle esigenze dei turisti cinesi?

È l’autorità cinese, che direttamente ha ritenuto un’informazione interessante da dare ai suoi cittadini. Dal punto di vista delle strutture ricettive questo significa dare delle linee guida all'industria turistica per servire e accogliere al meglio la popolazione cinese che ad oggi sembrerebbe essere il paese con un turismo outbound in crescita come nessun altro. A fronte di questa certificazione queste società devono offrire i servizi e in cambio usufruiscono di un'attività di promozione in Cina che permette di informare il viaggiatore cinese sulle aziende straniere che più di altre hanno investito e fatto uno sforzo per migliorare l’accoglienza al turismo cinese...

...in tal senso, qui al TTG 2016 è stata riconfermata la certificazione a due importanti partner: Trenitalia e ADR...

Sono nostri clienti, aziende che hanno capito e hanno un interesse nel mercato cinese e hanno capito che non succede dall'oggi al domani e sono due/tre anni che investono tramite noi e anche per conto loro sul mercato cinese (ADR negli ultimi tre anni ha incrementato da 4 a 10 i collegamenti con le città cinesi, da 23 a 34 voli settimanali, con una presenza di circa 650 mila passeggeri, e a Trenitalia, che per il secondo anno conferma l’attenzione e l’interesse per lo sviluppo commerciale in Cina e per offrire servizi personalizzati d’eccellenza per i turisti cinesi sui propri treni Alta Velocità FRECCIAROSSA e FRECCIARGENTO. ndr)

Abbiamo parlato soprattutto di turismo leisure, ma per quanto riguarda il mice come è impostata l'attività di Welcome Chinese ?

Per la meeting industry, se un nostro cliente ha una spiccata vocazione mice, la nostra attività di promozione è rivolta alle agenzie del turismo cinesi che poi si occupano di organizzare eventi mice piuttosto che al turista individuale o all’azienda.

Come vorresti che si sviluppasse questo progetto in futuro?

Un’evoluzione dello standard attraverso input che vorremmo ricevere non solo dal ministero ma soprattutto dai viaggiatori. Questo avverrà non solo attraverso la nostra piattaforma ichinese ma anche mediante la partnership con motori di ricerca tour operator online cinesi per chiedere quali siano gli standard d'ospitalità che vorrebbero ricevere. 

Insomma, auspicate un confronto e un’opera di perfezionamento dello standard non univoco, ma che si migliori in entrambi i sensi?

Lo standard è un first step, anche tutte le aziende che vogliono fare di più rappresentano per noi un segnale positivo soprattutto in un settore competitivo come quello del travel. Per esempio Trenitalia non solo ha seguito lo standard ma in più offre un servizio di cibo cinese per i viaggiatori.
Non dimentichiamo che il turismo cinese è destinato a crescere. In tal senso, un anno importante sarà il 2018, anno in cui noi di Welcome Chinese siamo stati scelti dalla UE come rappresentante delle attività in Cina per la promozione dell’anno Cina-Europa 2018. Il nostro compito sarà quello di supportare la Comunità Europea in Cina per promuovere l’Europa come destinazione per i viaggiatori cinesi.



copyright 2016: Gigapublishing